Skip to main content

Autore: Vanja Tritten

Mondo al parco 2024 Sabato, 31 Agosto 2024

Sabato 31 Agosto 2024 saremo presenti alla 21a edizione di Mondo al Parco, manifestazione per sensibilizzare sull’integrazione e informare sul mondo della solidarietà e della cooperazione internazionale allo sviluppo.

Venite a trovarci per scoprire le ultime novità sui progetti, salutarci, comprare un prodotto artigianale senegalese o semplicemente fare una passeggiata in riva al lago.

Maggiori informazioni: https://www.fosit.ch/eventi/agenda/mondo-al-parco-2024

Assemblea CEU 2024 – Un successo

l’Assemblea della CEU che si è svolta venerdì 14 giugno 2024, alle 18:30 presso il Centro SS. Pietro e Paolo (chiesa) a Gravesano ha avuto una partecipazione di una cinquantina tra soci e simpatizzanti. La cena senegalese preparate dalle nostre bravissime cuoche Amy e Astou è stata anche quest’anno molto apprezzata

 

 

I lavori assembleari….

  

…seguiti dall’aperitivo

 

Vicepresidente e presidente

Il comitato quasi al completo (manca Vanja)

Una cena squisita…

 

…preparata dalle nostre bravissime cuoche: Astou e Amy

Una delegazione della CEU in visita in Senegal

Una delegazione della CEU ha soggiornato in Casamance dal 13 al 30 aprile dove ha potuto  visitare i progetti in corso di realizzazione, quelli da poco portati a termine, quelli previsti e alcune strutture scolastiche costruite in passato.

Un resoconto dettagliato della visita sarà presto disponibile nel prossimo numero della pubblicazione InfoCEU.

Le foto che illustrano questa visita saranno anche visibili a breve nelle corrispondente pagine di questo sito dedicate ai progetti.

Mercatino di Natale in Capriasca-Tesserete 3 dicembre 2023

3 dicembre 2023 10:00-17:00

Mercatino di Natale in Capriasca-Tesserete

CEU ha partecipato al mercatino di Tesserete domenica 3 dicembre con una bancarella con artigianato senegalese e marmellate fatte in casa. Il mercatino è stato animato da oltre 120 bancarelle con cibo e bibite, spettacoli e attività per bambini, laboratori, fattoria didattica, musica, esibizioni di artisti di strada e l’immancabile arrivo di Babbo Natale.

 

https://www.visitcapriasca.ch/eventi-in-capriasca/mercatino-di-natale

RICERCA FONDI: Acqua potabile per la comunità di Oulampane – 4a Fase


  • Finalità progetto

  • Costo totale

  • Beneficiari

  • Sostenuto da

Finalità progetto

La quarta fase del progetto si prefigge di fornire permanentemente acqua potabile a sufficienza (35 l/giorno per persona) a 4 villaggi e ad un quartiere di un’altro villaggio della comunità di Oulampane. Ciò tramite l’estensione di un acquedotto realizzato nel 2015 dalla CEU con il partenariato locale e che ha già permesso di allacciare 5 villaggi  della stessa comunità alla rete d’acqua potabile

Ciò permetterà di migliorare l’accesso all’acqua potabile e quindi le condizioni di vita e sanitarie della popolazione abbassando la mortalità infantile e le malattie legate all’acqua insalubre e incrementando la frequentazione scolastica da parte delle ragazze altrimenti dedite all’approvvigionamento in acqua della famiglia. Il progetto si propone inoltre di ridurre la povertà della popolazione rurale che potrà trarre beneficio da infrastrutture di base efficienti con importanti ricadute sull’agricoltura e l’allevamento.

Non da ultimo, la tecnologia a energie rinnovabili utilizzata (pannelli fotovoltaici) per alimentare la pompa ad immersione che attinge l’acqua dalla falda freatica a 150 metri di profondità, aiuterà a contenere il riscaldamento climatico oltre a fornire un bene prezioso come l’acqua ad un prezzo molto più accessibile rispetto ad altre tecnologie.

Obiettivi dell’Agenda 2030:

Principalmente:

  • Obiettivo 3: Salute e benessere. Garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti, a tutte le età.

  • Obiettivo 6: Acqua pulita e igiene. Garantire la disponibilità e la gestione disponibile di acqua e servizi igienici per tutti.

In parte:

  • Obiettivo 10: Ridurre le disuguaglianze all’interno dei e fra i Paesi

www.unric.org/it/agenda-2030


Il progetto

Il progetto strutturato in diverse fasi ha come obiettivo finale la costruzione di una struttura idrica che permetta di servire la popolazione di 9 villaggi (ca. 4’300 abitanti) della Zona 1 della comunità rurale di Oulampane con acqua potabile di ottima qualità.

La quarta fase prevede l’estensione della rete idrica tramite la posa di condotte di circa 9’000 ml alla quale saranno allacciati 69 rubinetti privati e 11 rubinetti comunitari (scuole, foyer, ritrovi religiosi). Ulteriori 824 persone saranno servite dalla rete idrica.

Sono inoltre previste anche la sensibilizzazione sull’adozione di buone pratiche nell’approccio all’acqua (utilizzo, stoccaggio e consumo) e in materia igienico-sanitaria (cura del proprio corpo e dell’ambiente circostante) attraverso l’azione di animatori locali formati e la realizzazione di uno studio sull’incidenza della dissenteria in Casamance (fase II).

  • 20240418_115004

  • 20240418_093757

Aggiornamento aprile 2024

La recente visita in Casamance di una delegazione della CEU ha consentito di mettere a punto gli ultimi dettagli dell’operazione. È stato organizzato un incontro con il Comité de Gestion che raggruppa i rappresentanti di tutti i villaggi allacciati o ancora da allacciare all’impianto. Durante questa riunione si è discusso dei reciproci impegni e si è fatto il punto sulle condizioni tecniche della rete e sulla sua gestione. Il ruolo di questo organismo è infatti fondamentale, poiché vigila sul buon funzionamento del forage, assicura la supervisione tecnica della rete idrica, intervenendo in caso di guasto ai rubinetti o di perdite nelle tubature, si occupa di emanare le fatture e di incassare ogni due mesi le bollette sulla base dei consumi fatti registrare da ogni singolo utente allacciato.

(…) Nelle scorse settimane i nostri collaboratori locali hanno completato la mappatura dell’area interessata dall’estensione della rete idrica e hanno preso contatti con le autorità locali (in particolare, con il Ministère Sénégalais de l’Hydraulique) per valutare la possibiità che la gestione dell’impianto di Marougoune possa rimanere anche in futuro sotto la responsabilità della popolazione locale mediante il Comité de Gestion. Si eviterebbe così il rischio che l’assegnazione, da parte dello Stato, di un mandato di gestione dell’impianto a un privato possa comportare un aumento delle bollette a carico degli utenti. Affaire à suivre.

Continua a leggere

IN CORSO: Progetti bio-agricoli nella Bassa Casamance


  • Finalità progetto

  • Costo totale

  • Beneficiari

  • Sostenuto da

Finalità progetto

Oltre a migliorare le condizioni di vita della popolazione locale, il progetto contribuirà direttamente e indirettamente alla conservazione delle risorse naturali nell’area d’insediamento. L’utilizzo di una fonte di energia pulita si accompagna infatti alla scelta di non utilizzare fertilizzanti chimici, optando per la produzione biologica.

Il progetto contribuirà inoltre, oltre che a contrastare l’insicurezza alimentare e l’ampliamento della dieta alimentare, a migliorare le condizioni di lavoro delle donne e dei giovani dei villaggi. Generando reddito, questi due gruppi vulnerabili rafforzeranno la loro posizione sociale nelle famiglie, frenando l’esodo rurale.

Oltre ad essere luogo di lavoro, un perimetro è anche un luogo di aggregazione e di scambio sociale che può rafforzare la dinamica comunitaria favorendo lo sviluppo ed il rafforzamento del ruolo della donna nell’economia locale.

Obiettivi dell’Agenda 2030:

Principalmente:

  • Obiettivo 2: porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare l’alimentazione e promuovere l’agricoltura sostenibile

Parzialmente:

  • Obiettivo 1: Sradicare la povertà in tutte le sue forme e ovunque nel mondo
  • Obiettivo 5: raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di donne e ragazze
  • Obiettivo 12: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili

www.unric.org/it/agenda-2030


SILINKINE


Il progetto bio-agricolo ha esordito a Silinkine
(giugno 2022 – marzo 2023)

Silinkine è il primo tassello del progetto nel quale la CEU ha deciso di investire le proprie energie per i prossimi anni. I buoni rapporti con la popolazione del villaggio, stabiliti in precedenza con la realizzazione di altri progetti, in particolar modo la scuola dell’infanzia, offrivono buone garanzie di collaborazione.
La CEU ha così potuto sottoscrivere un rapporto di collaborazione con l’Association Villageoise de Silinkine con l’obiettivo di sfruttare un terreno agricolo di 4 ettari.

E’ ormai operativo da alcuni mesi:

Nel mese di novembre 2023 i 124 membri dell’Association Villageoise de Silinkine, in maggioranza donne, hanno iniziato a sfruttare l’enorme terreno agricolo (equivalenti a sei campi di calcio) che la CEU ha attrezzato mediante la posa di una recinzione metallica di 900 metri lineari, lo scavo di un pozzo di 21 metri di profondità, la posa di una pompa alimentata da sei pannelli solari di 260 Watts ciascuno e di due serbatoi sopraelevati di 2’000 litri, la costruzione di nove bacini di stoccaggio dell’acqua e l’allacciamento di nove rubinetti i a una canalizzazione di 850 metri, la fornitura di sementi e di attrezzature per l’irrigazione manuale. Il perimetro è stato suddiviso in due parti distinte: una destinata alla produzione biologica di ortaggi, l’altra all’arboricoltura. Il tutto senza l’uso di fertilizzanti chimici.

Una formazione bio-agricola e l’accompagnamento degli attori locali completerà il progetto.


  • Il progetto di Silinkine

    giugno 2022 – marzo 2023

  • Il progetto di Silinkine

    giugno 2022 – marzo 2023

  • Il progetto di Silinkine

    giugno 2022 – marzo 2023

  • Il progetto di Silinkine

    giugno 2022 – marzo 2023

  • Il progetto di Silinkine

    giugno 2022 – marzo 2023

  • Il progetto di Silinkine

    giugno 2022 – marzo 2023

  • Il progetto di Silinkine

    giugno 2022 – marzo 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

  • Sessione di formazione bioagricola a Silinkine

    Maggio 2023

Sopralluogo aprile 2024

Il recente sopralluogo a Silinkine ha confermato il pieno successo dell’iniziativa. Qui siamo partiti da zero: una superficie di quattro ettari è stata dapprima recintata e poi dissodata. Rispetto allo scorso anno, l’area che le donne attive sul perimetro hanno iniziato a lavorare è stata notevolmente ampliata. Vi coltivano cipolle, bissap, angurie, cavoli, peperoncini, diakatou, patate, gombo e pomodori. Prodotti che vengono in buona parte immessi nei mercati locali oppure venduti direttamente dalle produttrici ad acquirenti che si recano sul terreno. Contrariamente a quanto avviene in Europa, dove i prodotti biologici hanno ancora costi superiori a quelli ottenuti facendo ricorso a concimi e ad antiparassitari chimici, in Senegal non ci sono differenze di prezzo. Gli ortaggi bio sono perciò molto più concorrenziali e ricercati dai consumatori soprattutto perché si conservano più a lungo.

  • Sopralluogo delegazione CEU

    Aprile 2024

  • Sopralluogo delegazione CEU

    Aprile 2024

  • Sopralluogo delegazione CEU

    Aprile 2024

  • Sopralluogo delegazione CEU

    Aprile 2024

  • Sopralluogo delegazione CEU

    Aprile 2024

  • Sopralluogo delegazione CEU

    Aprile 2024

  • Sopralluogo delegazione CEU

    Aprile 2024

DJIKESSE

Il progetto bio-agricolo a Djikesse prima dei lavori

(situazione febbraio 2023)

  • I FERRI PER L’ARMATURA DEL SUPPORTO DEI SERBATOI

  • le fondazione 1

    le fondazioni 3

    LE FONDAMENTA DEL SUPPORTO DEL SERBATOIO

  • INIZIO DELLO SCAVO DEL POZZO

  • LE SAGOME DEL POZZO

  • INSTALLAZIONE PANELLI SOLARI

  • mARZO 24

Il progetto bio-agricolo prosegue a Djikesse.

Aggiornamento ad aprile 2024

A Djikesse la CEU è in un certo senso vittima della bontà del progetto e dell’interesse che questo ha suscitato presso la comunità. Dopo aver scavato un nuovo pozzo e installato una pompa alimentata da un impianto solare, si è infatti assistito a un notevole aumento di donne che hanno chiesto di poter coltivare una porzione di terreno. Ciò ha determinato un aumento considerevole del consumo d’acqua. La capacità del pozzo si è presto rivelata insufficiente a soddisfare le nuove esigenze, obbligando la CEU a correre immediatamente ai ripari con l’iserzione nel pozzo esistente di una “pointe filtrante” che permette di attingere l’acqua ad una profondità maggiore.

MLOMP HASSOUKA

Il progetto bio-agricolo inizia anche a Mlomp Hassouka (28.02.2024 situazione prima dei lavori)

MLOMP KADIANKA

…e a Mlomp Kadianka (28.02.2024 situazione prima dei lavori)

DIOULOULOU

https://www.youtube.com/watch?v=tJ2JkQGyVNM
(visita preliminare nel febbraio 2023)

…e a Diouloulou inizieranno nella prima meta del 2024

Continua a leggere

Fai una donazione




Tramite un tuo prezioso contributo hai la possibilità di supportare i nostri progetti in modo che le possibilità e la qualità di vita dei popoli del Senegal migliorino.

Versamento per

Postfinance

Conto

IBAN CH39 0900 0000 6900 1146 6

A favore di

CEU - Associazione Cooperazione Esseri Umani

Via Trevano 13, Lugano
Casella postale 8225
6908 Massagno Caselle

Motivo versamento

- tassa annuale (50chf)
- nome progetto
- versamento libero

Ricorda: l'importo delle donazioni è deducibile dalla dichiarazione d'imposta.