Sostegno alle donne del villaggio di Ouniok nella realizzazione di un progetto agricolo per la produzione ortofrutticola

Ouniok, ottobre 2018-giugno 2019

Il progetto nasce per volontà di un gruppo di donne del villaggio di Ouniok, situato nel circondario di Sindian, dipartimento di Bignona, nella regione di Ziguinchor, Casamance.

Finalità progetto

Creazione di un perimetro agricolo per la produzione ortofrutticola, finalizzato al miglioramento della situazione socio economica del villaggio, con l’introduzione della coltivazione di frutta e ortaggi, altrimenti non reperibili nelle vicinanze.

Costo totale

CHF 34’925

Beneficiari

Beneficiari diretti
34 donne appartenenti all’associazione Union des femmes de Ouniok/Bagnapang, promotrice del progetto, e le loro famiglie.
Beneficiari indiretti
Gli abitanti del villaggio di Ouniok che possono beneficiare dell’indotto derivante dalla vendita dei prodotti e del complemento della dieta alimentare con frutta e ortaggi.
Il perimetro agricolo offre inoltre lavoro ad una parte degli abitanti.

Sostenuto da

Amici padre Mantovani e una signora che ha voluto rimanere anonima.

Finalità progetto

Sviluppo di un perimetro agricolo, destinato alla coltivazione di alberi da frutta (aranci, mandarini, limoni, manghi, anacardi, eucaliptus) e di ortaggi (cipolle, pomodori, jaxatu, gombo, bissap) su una superficie di 4 ettari, data in concessione dal Comune di Ouniok all’associazione Union des femmes de Ouniok/Bagnapang (UFOB) precedentemente costituita.

Obiettivi dell’Agenda 2030:

Principalmente:

  • Obiettivo 2: Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare l’alimentazione e promuovere l’agricoltura sostenibile

  • Obiettivo 5: Raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze
  • Obiettivo 12: Garantire modelli di consumo e produzione sostenibili

www.unric.org/it/agenda-2030


    Il progetto

    La scelta da parte della CEU di intervenire nel villaggio di Ouniok, a sostegno dell’associazione UFOB, è stata dettata da ragioni fondate.

    Occorre innanzitutto ricordare che, nello stesso villaggio, la CEU in passato aveva già promosso interventi di cooperazione. Partendo da esigenze comprovate del villaggio e da una specifica richiesta avanzata dal locale Comité de santé, nel 2008, si era effettuata la costruzione di una maternità. La popolazione aveva contribuito in maniera esemplare alla realizzazione del progetto, partecipando attivamente ai lavori.

    In un secondo tempo, grazie a CEU la scuola elementare aveva ricevuto un’importante fornitura di materiale didattico.

    La buona riuscita di questi progetti aveva permesso di stabilire rapporti di reciproca fiducia col villaggio e con i suoi rappresentanti (autorità politiche, direttore delle scuole , Imam ecc)

    A sostegno della decisione di accogliere favorevolmente la richiesta del progetto, manifestata direttamente a membri del comitato durante una visita a fine 2017, si è aggiunta anche la convinzione, acquisita negli anni di attività in Casamance e confermata dalla presenza più che decennale sul territorio, che il partenariato con gruppi di donne già organizzate in progetti concreti è garanzia di successo.

    Dopo un attento esame del dossier del progetto, consegnato dalla presidente dell’associazione, Bintou Badji, e sentito il parere di alcuni collaboratori locali che vantano una formazione e un’esperienza pluriennale quali animatori agricoli, la CEU ha deciso di affrontare l’impegno finanziario che riguardava i seguenti interventi:

    • recinzione del terreno
    • scavo di un pozzo di 12 m
    • fornitura e posa di una pompa solare e di un serbatoio sospeso per la raccolta dell’acqua
    • posa di canali di irrigazione e costruzione di bacini per la raccolta dell’acqua
    • fornitura di otto bacini per la ritenzione e la ridistribuzione dell’acqua
    • fornitura di attrezzi agricoli
    • fornitura di sementi e piantine per l’avvio della produzione
    • formazione delle donne responsabili della gestione del perimetro

     I collaboratori della CEU, sulla base della loro esperienza in materia, hanno avuto l’incarico di formare adeguatamente le donne impegnate nel perimetro agricolo e assicureranno, a spese della CEU, un adeguato suivi per il tempo necessario a garantire la presa a carico definitiva della conduzione del perimetro da parte di UFOB.

     

    Fai una donazione

    Tramite un tuo prezioso contributo hai la possibilità di supportare i nostri progetti in modo che le possibilità e la qualità di vita dei popoli del Senegal migliorino.

    Versamento per

    Postfinance

    Conto

    IBAN CH39 0900 0000 6900 1146 6

    A favore di

    CEU - Associazione Cooperazione Esseri Umani

    Via Trevano 13 CP 4303, 6900 Lugano

    Motivo versamento

    - tassa annuale (50chf)
    - nome progetto
    - versamento libero

    Ricorda: l'importo delle donazioni è deducibile dalla dichiarazione d'imposta.