Autore: inti.casto@consultati.ch

Costruzione di una scuola materna a Kagnarou – Senegal


  • Finalità progetto

  • Costo totale

  • Beneficiari

  • Sostenuto da

Finalità progetto

Collaborare con il villaggio di Kagnarou con l’obiettivo di costruire e di rendere operativa e gestibile autonomamente una scuola d’infanzia destinata ad accogliere un massimo di 120 bambini fra i 3 e i 6 anni di età. La costruzione della struttura consente alle madri di affidare i loro bambini ad una équipe di insegnanti formate adeguatamente dallo Stato mentre loro si dedicano ai lavori agricoli. I bambini ricevono una formazione prescolare che consente loro di affrontare in seguito la scolarità obbligatoria con maggiori possibilità di successo.

Obiettivi dell’Agenda 2030:

Principalmente:

  • Obiettivo 4: Garantire un’istruzione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento continuo per tutti
  • Obiettivo 5: Raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze

In parte:

  • Obiettivo 10: Ridurre le disuguaglianze all’interno dei e fra i Paesi

www.unric.org/it/agenda-2030


  • Cattura_02

  • Cattura

  • Immagine1

Il progetto

Il progetto prevede la costruzione di un complesso edilizio che potrà finalmente ospitare in una struttura adeguata tre sezioni di asilo, fino a 40 bambini per sezione, ampliabile a cinque a dipendenza dell’evoluzione demografica. Le aule, gli spazi amministrativi e gli spazi comuni saranno completati con arredo adeguato. Verrà pure fornita una piccola biblioteca.

La grande corte esterna, protetta da un muro di recinzione, sarà piantumata, in parte adibita ad orto didattico e attrezzata con giochi.

La nuova struttura permetterà ai maestri assegnati dallo Stato Senegalese di svolgere il programma educativo previsto in condizioni logistiche, sanitarie e di sicurezza adeguate. I bambini beneficeranno così delle migliori condizioni per il loro sviluppo e della migliore preparazione possibile per l’ingresso nella scuola primaria.

  • Immagine7

  • Cattura_04

  • Cattura_03

Il cantiere

La costruzione del complesso prescolastico è affidata al GIE Yuley , con il quale CEU collabora da anni. Il progetto prevede la partecipazione attiva della popolazione del villaggio di Kagnarou fornendo manodopera non qualificata sul cantiere, l’approvvigionamento di quest’ultimo in sabbia, acqua e legname. Le maestranze impiegate sul cantiere verranno ospitate con vitto e alloggio dalla popolazione del villaggio.

Il complesso prescolastico verrà realizzato con mattoni ecologici di produzione locale. I mattoni vengono prodotti con una pressa manuale con un minimo contenuto di cemento. L’argilla che è il materiale che costituisce il 70% del materiale per la produzione dei mattoni viene reperita localmente. La loro messa in opera avviene a secco (senza apporto di malta).

  • 7

  • 6

  • 5

  • 4

  • 3

  • 2

  • 1

  • 14

  • 13

  • 11

  • 8

  • 7

  • 6

  • 5

  • 4

  • 3

  • 2

  • 1

  • 12

La realizzazione

NUOVA  SCUOLA MATERNA  A  KAGNAROU

Da ottobre 2022  i bambini della scuola dell’infanzia possono seguire le attività didattiche nella nuova struttura, tassello mancante del comprensorio scolastico del villaggio, che già da tempo disponeva  di una sede di scuola media  e di una scuola elementare che accolgono anche allievi di alcuni villaggi vicini. Vari problemi legati alla pandemia hanno purtroppo dilatato i tempi di costruzione protrattisi più a lungo del previsto.

L’ anno scolastico 2022-2023 è quindi felicemente iniziato a Kagnarou, villaggio di circa 2500 abitanti, situato nel nord della Casamance e  appartenente alla comunità di Sindian, dove la Ceu aveva già realizzato altri progetti. La zona, in prossimità del confine col Gambia, è da tempo toccata da problematiche politiche, che hanno contribuito notevolamente alla riduzione degli interventi statali.

Nell’aprile 2022, una delegazione della Ceu aveva visitato il cantiere di Kagnarou,  ultimo progetto in ambito scolastico.

In quell’occasione era stato possibile incontrare le autorità locali, i vari rappresentanti della popolazione, nonché insegnanti e bambini in attesa di inaugurare la nuova sede all’inizio dell’ anno scolastico, beneficiando di condizioni logistiche, sanitarie e di sicurezza mirate ad una miglior preparazione possibile per l’ingresso nella scuola primaria.

Durante il mese di novembre 2022 una delegazione Fosit, accompagnata dai rappresentanti Ceu in Senegal, è stata accolta con entusiasmo alla scuola dell’infanzia di Kagnarou, apprezzandone la realizzazione.

La realizzazione del progetto (costo totale CHF 128’793.-) è stata possibile grazie al finanziamento al 50% della DSC (Direzione dello Sviluppo e della Cooperazione, agenzia del Dipartimento federale degli affari esteri) tramite la Fosit e la Fondazione Adiuvare che ha coperto il rimanente 50%.

Continua a leggere

Acqua potabile per la comunità di Oulampane 1a Fase


  • Finalità progetto

  • Costo totale

  • Beneficiari

  • Sostenuto da

Finalità progetto

Fornire permanentemente acqua potabile di buona qualità a sufficienza al fine di migliorare le condizioni di vita e sanitarie della popolazione, riducendo la mortalità infantile e le malattie gastroenteriche legate al consumo di acqua insalubre. Il progetto mira inoltre alla riduzione della povertà, permettendo alle donne di dedicarsi maggiormente alle attività agricole, evitando perdite di tempo con la ricerca e il trasporto dell’acqua.

Obiettivi dell’Agenda 2030:

Principalmente:

  • Obiettivo 3: Salute e benessere. Garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti, a tutte le età.
  • Obiettivo 6: Acqua pulita e igiene. Garantire la disponibilità e la gestione disponibile di acqua e servizi igienici per tutti.

In parte:

  • Obiettivo 10: Ridurre le disuguaglianze all’interno dei e fra i Paesi

www.unric.org/it/agenda-2030


Il progetto

Il progetto strutturato in diverse fasi ha come obiettivo finale la costruzione di una struttura idrica che permetta di servire la popolazione di 9 villaggi (ca. 4’000 abitanti) della Zona 1 della comunità rurale di Oulampane con acqua potabile di ottima qualità.

La prima fase del progetto prevedeva la costruzione di un pozzo di 150 metri di profondità e l’installazione di una pompa ad immersione alimentata con dei pannelli fotovoltaici in grado di pompare acqua a sufficienza per coprire il fabbisogno globale finale del progetto. Un serbatoio sospeso con una capacità di 5 mc é stato posato. La rete idrica di circa 2’000 m ha permesso di servire 21 rubinetti domiciliari per una popolazione di 384 persone.

Continua a leggere

Acqua potabile per la comunità di Oulampane 2a Fase e rafforzamento degli attori locali per una sostenibilità istituzionale


  • Finalità progetto

  • Costo totale

  • Beneficiari

  • Sostenuto da

Finalità progetto

Fornire permanentemente acqua potabile di buona qualità a sufficienza al fine di migliorare le condizioni di vita e sanitarie della popolazione, riducendo la mortalità infantile e le malattie gastroenteriche legate al consumo di acqua insalubre. Il progetto mira inoltre alla riduzione della povertà, permettendo alle donne di dedicarsi maggiormente alle attività agricole, evitando perdite di tempo con la ricerca e il trasporto dell’acqua.

È attiva un’organizzazione locale in grado di promuovere formulare e realizzare progetti finalizzati alla lotta contro la povertà della popolazione rurale della Casamance.

Obiettivi dell’Agenda 2030:

Principalmente:

  • Obiettivo 3: Salute e benessere. Garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti, a tutte le età.
  • Obiettivo 6: Acqua pulita e igiene. Garantire la disponibilità e la gestione disponibile di acqua e servizi igienici per tutti.

In parte:

  • Obiettivo 10: Ridurre le disuguaglianze all’interno dei e fra i Paesi

www.unric.org/it/agenda-2030


Il progetto di estensione della rete idrica

Il progetto strutturato in diverse fasi ha come obiettivo finale la costruzione di una struttura idrica che permetta di servire la popolazione di 9 villaggi (ca. 4’000 abitanti) della Zona 1 della comunità rurale di Oulampane con acqua potabile di ottima qualità.

La seconda fase prevedeva la costruzione di un château d’eau di 20 m di altezza con una capienza per 100 mc di acqua. Una rete idrica di ca. 10’000 m alla quale sono allacciati 150 rubinetti privati 2 rubinetti comunitari (scuola e dispensario) e 3 abbeveratoi per gli animali. Circa 1’600 persone dei tre villaggi (1a e 2a fase) sono serviti dalla rete idrica.

Il progetto di rafforzamento istituzionale

Il progetto di rafforzamento del partner locale non é stato portato a compimento. L’equipe di collaboratori locali malgrado l’esperienza acquisita e vari momenti formativi hai quali hanno partecipato, è ancora debole, soprattutto per quanto riguarda la gestione finanziaria e non ha dimostrato l’intraprendenza sperata.

Il progetto prevedeva, oltre a diversi momenti formativi, anche la costruzione di una sede CEU, che non é mai stata edificata.

Oggi l’equipe locale che si é costituita in un GIE (Groupement  d’intérêt Economique) lavora con la CEU e con altri organizzazioni attive nella cooperazione allo sviluppo.

Continua a leggere

Acqua potabile per la comunità di Oulampane 3a Fase


  • Finalità progetto

  • Costo totale

  • Beneficiari

  • Sostenuto da

Finalità progetto

Fornire permanentemente acqua potabile di buona qualità a sufficienza al fine di migliorare le condizioni di vita e sanitarie della popolazione, riducendo la mortalità infantile e le malattie gastroenteriche legate al consumo di acqua insalubre. Il progetto mira inoltre alla riduzione della povertà, permettendo alle donne di dedicarsi maggiormente alle attività agricole, evitando perdite di tempo con la ricerca e il trasporto dell’acqua.

Obiettivi dell’Agenda 2030:

Principalmente:

  • Obiettivo 3: Salute e benessere. Garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti, a tutte le età.
  • Obiettivo 6: Acqua pulita e igiene. Garantire la disponibilità e la gestione disponibile di acqua e servizi igienici per tutti.

In parte:

  • Obiettivo 10: Ridurre le disuguaglianze all’interno dei e fra i Paesi

www.unric.org/it/agenda-2030


Il progetto

Il progetto strutturato in diverse fasi ha come obiettivo finale la costruzione di una struttura idrica che permetta di servire la popolazione di 9 villaggi (ca. 4’000 abitanti) della Zona 1 della comunità rurale di Oulampane con acqua potabile di ottima qualità.

La terza fase prevedeva l’estensione della rete idrica per 8’570 m alla quale sono allacciati 124 rubinetti privati e 3 rubinetti comunitari (scuole). Altre 1’452 persone sono servite dalla rete idrica.

Continua a leggere

Fai una donazione

Tramite un tuo prezioso contributo hai la possibilità di supportare i nostri progetti in modo che le possibilità e la qualità di vita dei popoli del Senegal migliorino.

Versamento per

Postfinance

Conto

IBAN CH39 0900 0000 6900 1146 6

A favore di

CEU - Associazione Cooperazione Esseri Umani

Via Trevano 13 CP 4303, 6900 Lugano

Motivo versamento

- tassa annuale (50chf)
- nome progetto
- versamento libero

Ricorda: l'importo delle donazioni è deducibile dalla dichiarazione d'imposta.